prendete un giamaicano che fa tardi la notte con le ragazze
e mangia pollo fritto a colazione ascoltando reggae nell’iPod:
direste che nella stagione degli atleti cyborg
sarà costui a vincere l’oro olimpico nei 100 metri?
Che il nuovo record mondiale (9 secondi e 69 centesimi)
lo stabilirà uno che dice di sé «mi piace vivere rilassato»
e taglia il traguardo con una scarpa slacciata?
Eppure è stato proprio Usain Bolt
uno che fa dire agli avversari di gara:
«Ho sentito un soffio caldo, poi non l’ho più visto»
a stracciare gli altri atleti tutti spocchia e muscoli.

commento di Daria Bignardi
alla vittoria di Usain Bolt

cinderella [qui metti la chiocciolina] cartoni .it
torna alla home

mappa del sito