Il modello dell'evoluzione è che ogni sviluppo deve essere
incorporato nel servizio di una funzione più elevata…
La neocorteccia (del cervello) è così potente
che solo una sua piccola parte è necessaria per modulare
o modificare quella inferiore, e il problema consiste
nello scoprire a cosa serve l'altro ipotetico 90%…
Dopo l'adolescenza, la natura ha in programma per noi
la scoperta e l'unificazione con un processo il cui risultato
attiverà e ingloberà il resto della nostra struttura neurale,
portandoci l'equilibrio e facendoci arrivare
dove intende l'evoluzione. Secondo il dottor B. Ramamurthi,
presidente dell'International Congress of Neurosurgery, la parte
inutilizzata del nostro cervello è designata all'esplorazione
di un “universo interiore”.

Joseph Chilton Pearce
Evolution’s End

cinderella [qui metti la chiocciolina] cartoni .it
torna alla home

mappa del sito